biography

Paolo Nava nasce a Seregno nel 1943, si laurea presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, frequenta inoltre il Corso Superiore di Disegno Industriale a Firenze, diplomandosi nel 1966. Completa la propria formazione in Inghilterra collaborando con studi di industrial design. Nel 1972 fonda lo studio Citterio – Nava con Antonio Citterio disegnando insieme alcuni dei prodotti icona del design italiano.
Dal 1982 Paolo Nava prosegue autonomamente nel proprio studio/atelier l’attività di designer concentrandosi nel progetto di prodotti d’arredo per molti prestigiosi marchi italiani ed internazionali.

Nei progetti di Paolo Nava si evidenzia la ricerca continua del dialogo possibile tra la propria visione poetica e le concrete esigenze industriali e produttive, attraverso un personale approccio concettuale nei confronti dello spazio abitativo, egli genera una profonda trasformazione d’uso, costruendo nuove relazioni tra materiali e tecnologie dove la forma dei suoi oggetti è spesso solo la conseguenza naturale di un preciso percorso progettuale.
Artefice di alcuni dei concepts progettuali che più hanno rivoluzionato il design domestico dagli anni ’70 ad oggi, definendo archetipi formali e funzionali senza tempo. Aspetto fondamentale del suo lavoro è la sperimentazione diretta sui materiali e la verifica tridimensionale attraverso il modello di laboratorio.

Fabio Casiraghi nato a Monza nel 1964, si è diplomato nel 1983 in comunicazione visiva e grafica pubblicitaria presso l’Istituto Statale d’Arte di Monza. Inizia la propria esperienza professionale occupandosi di grafica e fotografia, collaborando con diversi studi e agenzie pubblicitarie milanesi fino al 1988. Parallelamente approfondisce l’interesse per lo spazio architettonico e scenografico, sperimentato sin dagli anni della formazione, occupandosi di interior design per spazi commerciali e uffici.
Dal 1989 collabora con Paolo Nava architetto. Il percorso formativo e professionale interdisciplinare (grafica, fotografia, design, architettura) è evidente nel suo lavoro di designer, come un’esperienza che attraversa i diversi ambiti del processo creativo e produttivo, generando sguardi complementari ma allo stesso tempo determinanti per la creazione a tutto tondo dell’oggetto/prodotto.

Nel suo lavoro è continuo il rapporto tra il linguaggio bidimensionale della grafica e quello spaziale dell’architettura. Anello di congiunzione tra la cultura del fare materiale e quella del design digitale, ha per lo studio il ruolo di interprete e coordinatore dei nuovi progetti.

Nava + Arosio Studio – Luca Maria Arosio e Paolo Emanuele Nava J. incominciano la loro collaborazione lavorativa sin dai primi anni universitari, presso la NABA di Milano. Nel 2012, si laureano con lode in product design presentando il progetto “Maniacal Mirrors”. Lavorando su diversi progetti con aziende prestigiose tra cui Rubelli, Lago, Riva1920, Itlamp e con lo studio Paolo Nava Architetto, iniziano a sperimentare un design umanistico, ossia un design in cui la persona è messa al centro, con i suoi bisogni materiali e immateriali. Nel 2014 fondano Nava+Nava Design Studio, che nel 2018 si evolve in Nava + Arosio Studio. Lo studio fondato in collaborazione con Jonathan Nava, referente a Shanghai, e Alexander Nava, referente ad Amburgo, ha ottenuto negli anni prestigiosi riconoscimenti internazionali, e numerosi progetti sono pubblicati sulle principali testate di settore.

Ricerca e sperimentazione sono il motore delle nostre idee. Il connubio tra contenuto ed estetica è il nostro fine progettuale, messo a punto per soddisfare al meglio le aspettative dell’azienda, e, in ultima istanza, quelle di chi all’azienda si affida: l’uomo.